CasaXP - News

Posted by Pierpaolo Molinengo on luglio - 31 - 2012 0 Comment

A luglio 2012, secondo le stime preliminari dell’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra una variazione congiunturale nulla e un aumento del 3,0% rispetto a luglio 2011 (era +3,3% a giugno).
L’inflazione acquisita per il 2012 resta al 2,8%.
L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, è stabile al 2,2%.
Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo risulta stazionario al 2,3%.
Rispetto a un anno prima il tasso di crescita dei prezzi dei beni scende al 3,8% (dal 4,2% del mese precedente) e quello dei prezzi dei servizi resta al 2,0%. Di conseguenza, il differenziale inflazionistico tra beni e servizi si riduce di quattro decimi di punto rispetto al mese di giugno.
A luglio, si rilevano tendenze alla decelerazione della crescita dei prezzi al consumo per gran parte delle tipologie di prodotto, con particolare riferimento ai Beni energetici, regolamentati e non, ai Tabacchi e ai Servizi relativi ai Trasporti. Sotto il profilo settoriale, i principali effetti di sostegno alla dinamica congiunturale dell’indice generale vanno imputati ai Beni energetici regolamentati (+1,5%) e ai Servizi relativi ai trasporti (+1,4%); mentre quelli più rilevanti di contenimento si devono al calo su base mensile dei prezzi degli Alimentari non lavorati (-2,4%), in particolare di Frutta fresca e Vegetali freschi, e dei prezzi degli Energetici non regolamentati (-1,6%), spiegato dal ribasso dei prezzi dei carburanti.
I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori diminuiscono su base mensile dello 0,5% e il tasso di crescita tendenziale scende al 4,0% (+4,4% a giugno); quelli dei prodotti a media frequenza di acquisto segnano un rialzo congiunturale dello 0,6%, mentre il relativo tasso di crescita tendenziale si porta al 2,8% dal 3,0% di giugno.
Sulla base delle stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) diminuisce dell’1,6% su base mensile, principalmente a causa dei saldi estivi, e aumenta del 3,7% su base annua (era +3,6% a giugno).
“La variazione nulla dell’inflazione su base mensile – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum – non significa che gli aumenti non ci sono stati. In vista delle partenze di agosto si riaffacciano gli aumenti dei carburanti, ma anche dei servizi ricettivi e di ristorazione, le spese della casa e delle utenze di acqua ed elettricità, i trasporti pubblici”.
“Le diminuzioni – aggiunge Giordano – hanno riguardato i prezzi dei prodotti alimentari (-0,9%) per un calo del prezzi dei prodotti non lavorati (come l’ortofrutta), mentre aumentano quelli dei prodotti lavorati e dell’Abbigliamento e delle calzature, in virtù dei saldi di fine stagione”.
La situazione “delle famiglie italiane rimane comunque critica – prosegue Giordano – in vista sia delle prossime partenze (Rincaro dei carburanti) che dei prossimi mesi, sia per gli aumenti del costo dei servizi che opereranno gli Enti locali (v. IMU). Indispensabile e non più rinviabile la decurtazione della tassazione diretta e indiretta a carico dei lavoratori dipendenti e dei pensionati”.

Related Posts:

Categories: In evidenza, Mondo Imprese

Leave a Reply


*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter

Search Site

Popular Posts

nba throwback jersey

hard work leads to nhl jersey history success Every ounce ...

domanda

FIAIP FIMAA ANAMA: D

Ci siamo cascati anche quest’anno! Abbiamo rinnovato la “Nostra bella ...

professionisti

Categorie e rapprese

Ordine e collegi, albi e ruoli, associazioni. Con funzioni e ...

GroupDiscussion-full

AGENTI IMMOBILIARI V

Quante volte è capitato di essere praticamente certi di aver ...

remax

RE/MAX Italia lancia

RE/MAX Italia, filiale del più diffuso network di franchising immobiliare ...

acquistare-casa[1]

E' il momento di com

E’ il momento di comprare casa? Questa è la domanda ...