CasaXP - News

Posted by andrea on febbraio - 8 - 2012 5 Comments

A mie spese ho scoperto che questa parola è troppo generica.

Sono proprietaria di un appartamento edificato negli anni ’60, quelle piccole palazzine oggi definite edilizia popolare. Nel 2006 ho deciso, vista la mia età non più da ragazzina, di vendere la mia “casetta” per acquistare un piccolissimo appartamento nuovo nel paese dove si è trasferito mio figlio appena sposato.

Il mio appartamento è di ampia metratura, all’ultimo piano (3 senza ascensore), con serramenti nuovi (li ho cambiati tutti qualche anno fa) con una sola stanza (ma esclusivamente per una mia esigenza personale: ero sola da tanti anni), con riscaldamento autonomo a caloriferi.

Decisione presa, mi trasferisco, contatto un’agenzia in franchising e chiedo se sono interessati alla vendita del mio appartamento. Gentilissimi, vengono, valutano e mi annunciano che hanno già dei clienti che potrebbero essere interessati all’immobile. Nonostante mi aspettassi un valore più alto, mi rendo conto che forse la differenza è dovuta all’affetto, e così firmo il contratto in esclusiva.

Comincia il calvario! Ho visto transitare nel mio appartamento le più svariate tipologie di possibili acquirenti. Giovani coppie, anziani, extracomunitari, insegnanti … insomma di tutto. Ma il problema l’ho riscontrato quasi subito, infatti già dopo la prima settimana, viene fissato un appuntamento. Suona il citofono, apro e vedo una donna molto più anziana di me, che aveva delle difficoltà a camminare … ma io sono al terzo piano senza ascensore!!!! Successivamente si presentano una coppia con due piccoli bambini che dopo avere visto l’appartamento chiedono all’Agente, ma la camera per i bambini????

Ho subito questo andirivieni per oltre un anno, poi ho abbandonato sfinita l’idea di trasferirmi.

Racconto la mia esperienza per chiedere: ma non si possono selezionare prima i clienti? E’ stato il mio un caso sfortunato o le agenzie lavorano così. Se si, qual è l’obbiettivo, io non ho assolutamente rinnovato il contratto a quella agenzia, nonostante la decina e decina di appuntamenti fatti.

Related Posts:

5 Responses so far.

  1. alessandra scrive:

    C’è da dire che ci sono agenti e agenti. Sicuramente l’aspetto formativo è importante, sicuramente l’esperienza è altrettanto importante, ma proporre ad una signora con problemi deambulatori un appartamento al terzo piano senza ascensore ritengo che sia proprio fuori luogo e mi domando: è mancanza di genio o è troppo ingegno?
    Consiglio: valutate sempre molto attentamente i professionisti che avete davanti prima di affidare un incarico!
    Buon lavoro a tutti!

  2. Langè Andrea scrive:

    Consiglio a tutti i venditori di case:
    La vendita del proprio immobile è una cosa importantissima sia a livello economico che affettivo.
    Quando un persona si deve operare non va dal primo medico che trova sulle pagine gialle ma.. si informa sulle specializzazioni, conoscenze, referenze, prezzo, risultati ottenuti ecc..

  3. Paola scrive:

    Caro collega, non credo che la signora abbia sparato nel mucchio, credo però che bisogna prendere atto che non tutti gli agenti sono attenti.
    Prendiamo atto e miglioriamo …. buon lavoro a tutti!

  4. luca scrive:

    Senza ombra di dubbio l’agenzia immobiliare in oggetto non ha svolto bene il proprio lavoro, in quanto la prima regola è imparare a capire cosa cerchi il proprio cliente , e immagino che se arriva una persona anziana, su 10 agenzie forse neanche una riesce a proporre un appartamento 3 piano senza ascensore ! Purtoppo al giorno d’oggi tutti si improvvisano agenti immobiliari ed è per questo a parere mio che bisognerebbe fare qualcosa per difendere chi ha studiato e paga fior di tasse per svolgere questo mestiere.
    Altra cosa, un consiglio , mai dare esclusive di vendita !!

  5. Marco scrive:

    La sua mi sembra una posizione qualunquista …. come si può generalizzare in questo modo???
    NOn tutte le agenzie lavorano allo stesso modo!!!
    Sicuramente il collega ha commesso degli errori, ma delle affermazioni del genere rasentano la follia pura. E’ come dire che si va dal panettiere e si compra del pane che non piace per dire che tutti i panettieri fanno il pane male …
    Ma posso comprendere lo sfogo anche se non lo condivido.
    Mi permetto un consiglio … valuti meglio e chieda prima come intende muoversi l’agente .. concordi con lui la metodologia … gli agenti non fanno miracoli …
    In bocca al lupo per la sua casa …

Leave a Reply


*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter

Search Site

Popular Posts

nba throwback jersey

hard work leads to nhl jersey history success Every ounce ...

domanda

FIAIP FIMAA ANAMA: D

Ci siamo cascati anche quest’anno! Abbiamo rinnovato la “Nostra bella ...

professionisti

Categorie e rapprese

Ordine e collegi, albi e ruoli, associazioni. Con funzioni e ...

GroupDiscussion-full

AGENTI IMMOBILIARI V

Quante volte è capitato di essere praticamente certi di aver ...

remax

RE/MAX Italia lancia

RE/MAX Italia, filiale del più diffuso network di franchising immobiliare ...

acquistare-casa[1]

E' il momento di com

E’ il momento di comprare casa? Questa è la domanda ...