CasaXP - News

Posted by casaXP on dicembre - 9 - 2011 0 Comment

Tassi d’interesse tagliati di un ulteriore quarto di punto. Come atteso dai mercati, nella riunione di ieri la BCE ha deciso il secondo ritocco consecutivo. Ritocco al ribasso che porta il tasso di riferimento da 1,25% all’1%. La decisione ha influenzato anche l’andamento dell’Euribor, che dopo settimane di quiete ha registrato cali superiori all’1%.

Nuovo ritocco - Dopo il taglio di 0,25% di novembre, la Banca Centrale Europea ha di nuovo ridotto i tassi di interesse di un quarto di punto. Il tasso sulle operazioni di rifinanziamento scende dall’1,25% all’1%, quello sui depositi allo 0,25% e il tasso marginale dal 2% all’1,75%.

Misure non standard – Il presidente Bce, Mario Draghi, ha varato nuove misure al fine di affrontare la difficile situazione finanziaria e favorire la circolazione di liquidità. Misure straordinarie volte ad aiutare le banche della zona euro. La Bce ha deciso di lanciare due operazioni di rifinanziamento a 3 anni, di ridurre le riserve obbligatorie  dal 2 all’1%, di allentare le garanzie. Verranno infatti accettati a garanzia anche strumenti finanziari con rating A.  

Mercati - La decisione della Banca Centrale Europea non ha sorpreso i mercati, che concentrati sul Vertice Ue, hanno continuato ieri ad ampliare le perdite con chiusure in netto ribasso. E forse gli investitori si attendevano di più, soprattutto in tema di misure straordinarie. Piazza Affari ha terminato a -4,29% con lo spread tra Btp-Bund decennali sopra quota 450 punti vanificando l’effetto Manovra che aveva ricondotto il differenziale sotto i 380. Sulle piazze europee pesano le incertezze sull’accordo al vertice di Bruxelles e le parole di Mario Draghi, che ha chiuso all’acquisto massiccio di titoli di stato. La Bce si allontana, quindi, dalla “versione” Fed.

Influenza sull’Euribor – Il taglio della Bce sui tassi ha influenzato l’andamento dei parametri Euribor che, dopo settimane di stabilità, hanno viaggiato oggi in rapida discesa. Il tasso ad un mese con un calo di 2,66% arretra a 1,169%; il 3 mesi scende di 2,24% portandosi a 1,437%; il 6 mesi e il 12 mesi con -1,53% e -1,08% si riportano rispettivamente a 1,675% e 2,012%.

OSSERVATORIO tassi e mutui: caro-offerte, costi nascosti. Il provvedimento dell’Isvap a tutela dei consumatori

Erika Mainini

(riproduzione riservata)

Related Posts:

  • No Related Posts

Leave a Reply


*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter

Search Site

Popular Posts

nba throwback jersey

hard work leads to nhl jersey history success Every ounce ...

domanda

FIAIP FIMAA ANAMA: D

Ci siamo cascati anche quest’anno! Abbiamo rinnovato la “Nostra bella ...

professionisti

Categorie e rapprese

Ordine e collegi, albi e ruoli, associazioni. Con funzioni e ...

GroupDiscussion-full

AGENTI IMMOBILIARI V

Quante volte è capitato di essere praticamente certi di aver ...

remax

RE/MAX Italia lancia

RE/MAX Italia, filiale del più diffuso network di franchising immobiliare ...

acquistare-casa[1]

E' il momento di com

E’ il momento di comprare casa? Questa è la domanda ...