CasaXP - News

Posted by casaXP on ottobre - 31 - 2011 0 Comment

Innovazione sulla normativa dell’Organismo di vigilanza e precisazioni sulla figura del collaboratore. E’ quanto previsto in tema di Riforma della mediazione creditizia dallo schema del 2° decreto correttivo del D.Lgs 141, posto in consultazione dal Ministero dell’Economia. Entro il 31 dicembre 2011 dovrà essere emanata la normativa di recepimento che attiverà il nuovo regime per le attività di intermediazione finanziaria e per il settore del credito al consumo. E mentre Fiaip apre una “sezione speciale” dedicata anche alla rappresentanza delle società di mediazione creditizia, sembra rimanere chiusa la possibilità di segnalazione strumentale dei mutui per gli agenti immobiliari.

La Riforma. Il D.lgs 141/2010, recante attuazione della direttiva 2008/48/CE sul credito al consumo, ha introdotto significative modifiche al Titolo VI del Testo Unico Bancario in tema di trasparenza e di soggetti operanti nel settore finanziario. Pur formalmente recepite a settembre 2010, le numerose modifiche apportate dal D.lgs 141 non sono operative, ma entro il 31 dicembre 2011 il nuovo regime prenderà il via. Il decreto segna la svolta per il settore del credito al consumo e una “rivoluzione” delle professioni connesse. La Riforma ha puntato, infatti, a garantire maggiore tutela al consumatore e innalzare l’asticella della professionalità degli operatori introducendo forme di responsabilizzazione.

Punti chiave in sintesi. La Riforma della mediazione creditizia ha elevato i requisiti di professionalità e onorabilità, previsto formazione obbligatoria e l’esame d’accesso alla professione. Ha inoltre introdotto l’obbligo di solidità patrimoniale e nuove forme di garanzie per il consumatore, incrementato le sanzioni amministrative e stabilito controlli più efficaci.

Organismo. Definito il “motore della nuova legge”, il cosiddetto “Organismo” sarà ordinato come associazione, terrà i nuovi elenchi professionali, provvederà alla formazione e all’esame d’accesso alla professione. La sua costituzione “spegnerà” gli albi di Bankitalia e darà il via libera a tutti gli aspetti della riforma. Costituzione che dovrà, infatti, avvenire entro il 31/12/2011, così come indicato dal primo decreto correttivo del D.Lgs 141, ovvero il D.lgs 14 dicembre 2010, n. 218.

Secondo decreto correttivo. Posto in consultazione dal Ministero dell’Economia, lo schema di secondo decreto correttivo del D.lgs 141 sembra aprire ad alcune modifiche ed innovazioni in tema di Organismo di vigilanza e sulla figura del collaboratore. Tra le novità si segnala la precisazione che i collaboratori delle società di mediazione e di agenzia finanziaria debbano obbligatoriamente essere persone fisiche.

Secondo lo schema del decreto correttivo, non è più obbligatoriamente previsto per l’attività di micro-credito un Organismo di vigilanza. Si prevede, quindi, la possibilità di costituirlo qualora l’operatività nel settore ne giustifichi la costituzione.

Viene inoltre precisato che nell’organo di controllo dell’Organismo di vigilanza per i confidi e dell’Organismo di vigilanza su mediatori e agenti sarà presente un rappresentante nominato dal Ministero dell’Economia e Finanze (MEF).

Ulteriore precisazione riguarda il limite massimo di contributo pagato dai confidi minori per il funzionamento dell’Organismo di vigilanza. Limite fissato al 5 per mille dei crediti garantiti.

L’Organismo di vigilanza sui confidi potrà anche vietare ai confidi minori di intraprendere nuove operazioni o disporre la riduzione dell’attività in caso di violazioni di disposizioni legislative o amministrative. Poteri analoghi sono previsti per l’Organismo di vigilanza su mediatori e agenti, ma applicabili per il periodo limitato di 6 mesi.

Lo schema precisa inoltre che l’Organismo di vigilanza su mediatori e agenti sia costituito da un rappresentante nominato dal MEF e da altri rappresentanti in un numero da tre a sei.

FIAIP apre una “sezione speciale”. Nel corso del Consiglio Nazionale, tenutosi il 19 e 20 ottobre a Roma, FIAIP, la maggiore federazione di agenti immobiliari e mediatori creditizi, ha approvato l’adeguamento dello Statuto federativo al cambiamento indotto dal decreto 141 e ha aperto alla rappresentanza delle società di mediazione creditizia. “La nascita di una sezione speciale – commenta Samuele Lupidii – aperta anche alle società di mediazione creditizia arriva in contemporanea alla stessa riforma della professione”. “Si tratta – prosegue il Vice Presidente Nazionale Fiaip alla Mediazione Creditizia – di un adeguamento necessario rispetto ai cambiamenti legislativi che la stessa professione del mediatore creditizio e il settore del credito al consumo sta vivendo in questa fase, in attesa del passaggio al nuovo regime entro fine anno”.

Agenti immobiliari. Il D.lgs 141 tocca anche il comparto immobiliare. Tra le abrogazioni che il Decreto porta con sé, una in particolare ha suscitato le critiche delle maggiori associazioni rappresentative dei professionisti della casa. L’entrata a regime della Riforma impedirà, infatti, agli agenti immobiliari di segnalare i mutui in banca. E il decreto correttivo non sembra prevedere una marcia indietro in tal senso.

A ribadire la necessità di “mantenere la segnalazione strumentale dei mutui per gli agenti immobiliari” è lo stesso Presidente Nazionale Fiaip, Paolo Righi che nel corso del Consiglio Nazionale ribadisce gli effetti dannosi sull’intera filiera: rallentamento dei tempi di vendita e impedimento per il cittadino consumatore di reperire facilmente informazioni sulla sua capacità di accesso al credito. “Le ripercussioni positive – sostiene Righi – sarebbero evidenti per il mercato del credito immobiliare che beneficerebbe di una maggiore trasparenza e della professionalità degli agenti immobiliari a vantaggio degli stessi consumatori”.

Come indicato dal primo decreto correttivo al D.lgs 141, la complessiva normativa di recepimento dovrà essere emanata entro il 31 dicembre 2011. Ora si attende l’arrivo in Consiglio dei Ministri del secondo decreto correttivo ed il passaggio al nuovo regime entro fine anno. Via, quindi, al conto alla rovescia.

Leggi il documento Modifiche e integrazioni al DLgs 141 del 2010

APPROFONDIMENTO: Riforma della mediazione creditizia: l’intervista all’esperto

Erika Mainini

(riproduzione riservata)

Related Posts:

Leave a Reply


*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter

Search Site

Popular Posts

nba throwback jersey

hard work leads to nhl jersey history success Every ounce ...

domanda

FIAIP FIMAA ANAMA: D

Ci siamo cascati anche quest’anno! Abbiamo rinnovato la “Nostra bella ...

professionisti

Categorie e rapprese

Ordine e collegi, albi e ruoli, associazioni. Con funzioni e ...

GroupDiscussion-full

AGENTI IMMOBILIARI V

Quante volte è capitato di essere praticamente certi di aver ...

remax

RE/MAX Italia lancia

RE/MAX Italia, filiale del più diffuso network di franchising immobiliare ...

acquistare-casa[1]

E' il momento di com

E’ il momento di comprare casa? Questa è la domanda ...